...attraverso la scienza, per la Natura

ALOE VERA: ALLEATA DI BELLEZZA MILLENARIA

L’Aloe vera è una specie vegetale ricca di attivi benefici: le sue fantastiche proprietà sono note a tutti da millenni e il suo fascino non smette mai di andare di moda!

L’Aloe vera è una specie botanica utilizzata fin dall’antichità come rimedio di bellezza e salute. La pianta prende il nome da una parola araba, Alloeh, che indica una sostanza brillante e traslucida e si riferisce al gel cristallino di cui sono ampiamente costituite le sue foglie. Il termine vera, invece, sta ad indicare la specie di appartenenza ed è sinonimo del nome botanico più appropriato Aloe barbadensis. Già 2000 anni fa, per gli scienziati Greci, l’Aloe rappresentava una panacea, capace di risolvere ogni problema. Per gli Egizi, invece, era la pianta dell’immortalità. Pensate che le celebri regine Nefertiti e Cleopatra erano solite comprendere l’Aloe vera nella loro routine di bellezza.
Qualche secolo più tardi, Alessandro Magno la utilizzò per curare le ferite dei suoi soldati, data l’azione cicatrizzante che questa pianta esercita sulla cute.
Oggi l’Aloe vera viene impiegata nel settore alimentare, cosmetico e farmaceutico e la composizione chimica del gel e dei suoi tessuti è stata ampiamente studiata per comprenderne tutte le potenzialità.

Botanicamente, l’Aloe vera è una pianta appartenente alla sottofamiglia delle Asphodeloideae – comprendente anche varie specie di asfodelo e hawortia – e si pensa sia originaria della Penisola Arabica. Data la sua storia millenaria, e le numerose civiltà che ne hanno tratto beneficio, cresce ormai spontaneamente in Africa Settentrionale, Sudan e Spagna. Viene inoltre coltivata in tutto il mondo, dall’Australia all’Italia, dalla Repubblica Dominicana alla Cina.
L’Aloe vera è una pianta perenne, succulenta e dalle grandi foglie verdi composte al 99% di acqua e poi da circa 70 composti attivi interessanti come zuccheri, enzimi, vitamine, minerali e acidi grassi.

Quali sono i suoi principali impieghi? L’Aloe vera presenta differenti meccanismi d’azione a seconda di quali suoi attivi si scelga di prendere in analisi. Recenti studi hanno evidenziato una importante azione antinfiammatoria della pianta e, inoltre, la presenza di acido salicilico, fenoli, acido cinnamico e lupeolo le conferiscono un potere antisettico molto interessante. Alcuni dei suoi composti sono in grado di stimolare la sintesi del collagene e possiedono, perciò, un potere cicatrizzante, ottimo per contrastare gli effetti di ferite e smagliature. La sintesi di collagene ed elastina rende la pelle più elastica ed aiuta a prevenire gli effetti del tempo, andando a contrastare la formazione delle rughe.
Questa sua particolare capacità, unita all’azione molto idratante del gel presente nelle foglie, ha garantito all’Aloe vera ad un successo millenario.
Volendo analizzare questa incredibile specie vegetale, cerchiamo di capire quali sono gli ingredienti attivi dell’Aloe vera.
Tra le vitamine presenti, ci sono la vitamina A (beta-carotene), C ed E. Ancora: B1, B2, B6 e B12, acido folico e colina. Si tratta di molecole antiossidanti che proteggono le cellule del nostro corpo dalla formazione di radicali liberi.
L’Aloe vera contiene l’enzima bradichinasi che, idrolizzando la bradichinina, una sostanza responsabile dei processi infiammatori, aiuta a ridurre le infiammazioni quando applicato sulla cute.
Abbiamo poi numerosi minerali, tra cui calcio, cromo, rame, selenio, magnesio e manganese. Potassio, sodio e zinco. Alcuni di questi minerali sanciscono l’attività antiossidante dell’Aloe vera e si rendono necessari per il corretto funzionamento dei vari sistemi enzimatici del nostro corpo.
L’aloe contiene una grande quantità di zuccheri. Troviamo sia monosaccaridi, come glucosio e fruttosio, sia polisaccaridi come i glucomannani. Ci sono, inoltre, diversi acidi organici dalle proprietà antinfiammatorie e antibatteriche tra cui, ad esempio, l’acido salicilico.
Tra i composti attivi dell’Aloe vera troviamo, infine, gli antrachinoni. Si tratta di molecole come aloina oppure acido aloetico agiscono come sostanze antibatteriche e antivirali.

PROPRIETA’ IDRATANTI DELL’ALOE VERA

L’acqua svolge un ruolo fondamentale per il benessere della pelle poiché sostiene le cellule e mantiene i tessuti integri e compatti. Col passare del tempo, però, e a causa di fattori come l’avanzamento dell’età, i fattori ambientali e l’utilizzo quotidiano di cosmetici contenenti tensioattivi, la cute va incontro a fenomeni di disidratazione. Per questo motivo, è molto importante prendersi cura della propria pelle quotidianamente, mantenendola nutrita e idratata.

L’Aloe vera, nel gel contenuto all’interno delle sue foglie, contiene vitamine, Sali minerali, aminoacidi, acidi grassi e poi monosaccaridi e polisaccaridi. Questi ultimi, sono in grado di creare un reticolo cristallino che, mediante gruppi ossidrilici (-OH), forma legami idrogeno con numerose molecole d’acqua. Tra tutti gli zuccheri presenti, troviamo l’acido D-galatturonico che è in grado di legare in modo forte, ma reversibile, molte molecole d’acqua. La salificazione di questo zucchero col sodio, calcio oppure magnesio riesce a trattenere fino a dodici molecole d’acqua. Si forma, in questo modo, un reticolo intricato che forma un gel trasparente e vischioso che è in grado di bloccare l’acqua in modo da evitare l’evaporazione, e quindi la disidratazione della pelle.

ps: i nostri racconti sono tutti frutto di uno studio attento e dettagliato delle fonti. Nel caso in cui trovassi inesattezze oppure desiderassi puntualizzare qualcosa, ti invitiamo a scriverci: non siamo qui per insegnare soltanto ma per imparare soprattutto, insieme!

FONTI

    1. Tonucci E., Carboni L., Mignani I. 2017. Valutazione dell’attività idratante di tre differenti preparazioni mediante test di efficacia in vivo. Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.

FOTO: Freepik, Unsplash.

2019-07-22T09:37:19+02:00

Scrivi un commento

Hai una domanda per noi?

x