...attraverso la scienza, per la Natura

MAKEUP PER LUI: CHANEL CONFERMA LA NUOVA TENDENZA MASCHILE

Si chiamava Arthur “Boy” Capel l’ex giocatore di polo e benestante londinese, passato alla storia come il grande amore di Coco Chanel. É lui il BOY DE CHANEL a cui è dedicata la nuova linea di makeup maschile presentata dal celebre brand alla fine del 2018.
Fondotinta, balsamo per le labbra e matita per le sopracciglia: tre cosmetici per una routine essenziale di tendenza. Chanel ha deciso di puntare tutto sulla cosmesi per LUI e attraverso questo articolo scopriremo il motivo di questa scelta e qual è il futuro della cosmesi maschile.

Dal 1° gennaio 2019 è possibile acquistare, in tutti i negozi specializzati, i nuovissimi cosmetici, formulati appositamente per gli uomini, della linea BOY DE CHANEL. La scelta della nota casa di moda francese non deve stupirci perché fa seguito a quella di altre aziende del settore che, già da diversi anni, promuovono linee specializzate per la cosmesi maschile.
Ebbene sì: dopo secoli di buio e stereotipi ridondanti sull’argomento, per la prima volta si sta assistendo al ritorno di un makeup più inclusivo, fruibile da parte di tutti i generi. A questo punto è necessario tornare un po’ indietro nel tempo: cadremmo in errore se pensassimo che la tendenza degli uomini ad utilizzare il trucco sia una questione recente.

L’EVOLUZIONE DEL MAKEUP MASCHILE

Per millenni, e fino al 1800, il rapporto degli uomini col makeup non è stato affatto quello che immaginiamo. Prendersi cura della propria pelle e decorare il viso con le più disparate tinture è sempre stata una pratica molto comune. Pensiamo, ad esempio, allo sguardo allungato dei faraoni egiziani che utilizzavano quotidianamente il kajal per colorare di nero il contorno degli occhi. Ancora, durante tutto il I secolo d.C., gli uomini Romani erano soliti colorare di rosso le proprie gote. Per farlo, utilizzavano pigmenti naturali, anche di origine animale, mescolati a parti liquide come vino oppure succo di gelso.

Più tardi, nel 1500, la moda cambiò radicalmente: si diffuse la tendenza, da parte degli uomini, ad utilizzare polveri bianche che rendevano la pelle del viso pallida ed eterea. Capitava, non di rado, che i cosmetici contenessero ingredienti dannosi per la salute come il piombo. Fu proprio il piombo a provocare, nel tempo, gravi problemi, sia fisici che mentali, alle persone che ne fecero uso.

Più tardi, nel 1500, la moda cambiò radicalmente e si diffuse la tendenza, da parte degli uomini, ad utilizzare polveri bianche che rendessero la pelle del viso pallida ed eterea. Capitava, non di rado, che i cosmetici contenessero ingredienti dannosi per la salute come il piombo che, nel tempo, provocò alle persone che lo indossavano gravi problemi, sia fisici che mentali.

Fino al 1800 la cosmesi maschile rappresentò la quotidianità per tutti gli uomini che, in Europa, sperimentarono parrucche, creme viso e corpo e makeup vistoso. Fu solo durante la successiva Età Vittoriana che queste pratiche di bellezza andarono scemando. Di makeup maschile (e anche femminile) non si parlò per molto tempo perché venne ritenuto sconveniente e volgare. Dobbiamo attendere il 1930 quando, grazie al cinema hollywoodiano, attori come Clark Gable tornarono ad affascinare il mondo con le loro pettinature curate e i primi leggeri segni di makeup sul volto.

IL MAKEUP MASCHILE OGGI

Col tempo il makeup maschile ha ricominciato a farsi strada grazie, soprattutto, a note star del cinema e della musica che hanno osato look stravaganti e completamente rivoluzionari.
Nel 2008 fu Yves Saint Laurent a lanciare, finalmente, il primo prodotto di makeup pensato esclusivamente per gli uomini. Attraverso la rivisitazione di un prodotto già esistente, il Touche Eclat For Men, YSL diede la possibilità a tutti gli uomini di scegliere un cosmetico realizzato apposta per loro, senza dover provare imbarazzo di qualsiasi tipo. Al marchio francese hanno fatto poi seguito Tom Ford, Clinique, Kalvin Klein e sono nati brand specializzati come, ad esempio, MMUK che vantano un assortimento molto vasto di prodotti per la cosmesi maschile.
Infine, a sancire quello che i quotidiani definiscono già un settore multimiliardario in tutto il mondo è arrivato da qualche settimana l’amato BOY DE CHANEL.

Tutti i prodotti della linea BOY DE CHANEL

Per quanto riguarda il settore green, le aziende produttrici di cosmetici naturali certificati, in crescita e sempre più richiesti dai consumatori, vantano linee molto assortite di prodotti di ottima qualità. Da molto tempo sono presenti linee dedicate alla cosmesi maschile: detergente, schiuma e cera da barba, creme idratanti e molto altro. I cosmetici biologici pensati per gli uomini sono in forte espansione e sugli scaffali dei punti vendita il numero delle referenze è in continua crescita. I dati di mercato, del resto, non lasciano dubbi: nel 2015, la cosmesi maschile valeva, a livello globale, 5891 milioni di euro, un dato destinato, inevitabilmente, a salire. (1)

Sebbene al momento non esistano linee di makeup biologiche e certificate che siano esclusivamente pensate per l’uomo, abbiamo motivo di pensare che presto si assisterà ad uno sviluppo della cosmesi green anche in questo settore. Le aziende si sono ormai accorte di questo trend in crescita e su diversi canali come YouTube, ad esempio, alcuni tra i brand più accreditati hanno già affidato la pubblicità di nuovi prodotti a famosissimi influencer come James Charles oppure Luca di #liquorsbeauty.

Del resto, come ci ricorda CHANEL: “Beauty is not a matter of gender, it’s a matter of style”.

ps: i nostri racconti sono tutti frutto di uno studio attento e dettagliato delle fonti. Nel caso in cui trovassi inesattezze oppure desiderassi puntualizzare qualcosa, ti invitiamo a scriverci: non siamo qui per insegnare soltanto ma per imparare soprattutto, insieme!

FONTI

  1. Beauty Trend Watch. Cosmetica Italia. Settembre 2018.

FOTO: Altromercato, Chanel, Pexels, Unsplash.

2019-02-22T16:40:35+01:00

Scrivi un commento

Hai una domanda per noi?

x