...attraverso la scienza, per la Natura

LE FORME COSMETICHE: QUANTI COSMETICI ESISTONO?

Di forme cosmetiche ne esistono tante: oleoliti, tensioliti, gel, spray, alcoliti e molte altre ancora…
Le forme cosmetiche rispondono a tutte le esigenze della pelle e rappresentano le varie forme fisico-chimiche in cui i cosmetici possono essere formulati. Attraverso questo articolo andremo alla scoperta delle forme cosmetiche più comuni!

FORME COSMETICHE

Col termine forme cosmetiche si è soliti indicare la forma fisico-chimica dei prodotti cosmetici, il modo in cui ci appaiono. Di forme cosmetiche ne esistono tante, per poter rispondere a tutte le esigenze della pelle e della funzione del cosmetico.

La classificazione delle forme cosmetiche può avvenire secondo diversi parametri: dai sistemi più idrofili a quelli lipofili oppure dalle forme monofasiche a quelle bifasiche o plurifasiche.

SISTEMI MONOFASICI

Molto semplicemente, un sistema monofasico indica che la forma cosmetica è strutturata utilizzando una sola tipologia di fase, sia essa acquosa, polverosa, oleosa.

Sono forme cosmetiche monofasiche:

  • Acque: sistemi monofasici costituiti principalmente da acqua, appunto, nella quale vengono dispersi profumi, estratti e attivi funzionali.
    Le acque vengono utilizzate come struccanti, acque micellari oppure spray e cosmetici per l’igiene orale come il collutorio.
  • Gel: si tratta di forme cosmetiche costituite da acque che sono state gelificate utilizzando gomme naturali o sintetiche. Come nelle acque, anche i cosmetici in forma di gel vengono utilizzati per il viso, il corpo e anche per i capelli e l’igiene orale.
  • Oleoliti: gli oleoliti sono miscele di oli che vengono utilizzati come ingredienti setificanti per il viso, il corpo e i capelli. Anche in questo caso, sebbene la natura lipofila degli oli, gli oleoliti possono contenere attivi liposolubili, antiossidanti e vitamine.
  • Polveri: le polveri sono miscele di sostanze minerali naturali, o di derivazione naturale oppure sintetica, che vengono usate per formulare cosmetici in polvere, appunto, oppure compresse indirizzate principalmente al makeup. Uno dei trend più recenti della cosmesi vuole proprio l’introduzione delle polveri per la formulazione di prodotti per l’igiene orale.
  • Tensioliti: i tensioliti sono miscele di acqua e tensioattivi utilizzate per la detergenza di viso, corpo e capelli. Anche in questo caso, è possibile introdurre nella formula cosmetica anche idrolizzati proteici, sostanze attive e profumi.
FORME COSMETICHE

SISTEMI BIFASICI O PLURIFASICI

Si tratta di forme cosmetiche costituite da due o più fasi, immiscibili tra di loro.
L’immiscibilità delle fasi è data da più fattori, il principale riguarda un valore di tensione superficiale molto alto che tiene separate la fase acquosa da quelle oleosa. La forma cosmetica che per eccellenza rappresenta i sistemi bifasici e plurifasici è l’emulsione. Attraverso l’utilizzo di un ingrediente emulsionante, infatti, è possibile tenere unite le diverse fasi e quindi realizzare cosmetici di ogni tipologia. Le emulsioni rappresentano un gruppo molto consistente di prodotti e vengono utilizzare per formulare cosmetici per il viso, il corpo e i capelli.

CURIOSITÀ: le due fasi di un’emulsione vengono dette fase interna e fase esterna. A seconda dei componenti delle due fasi, si distinguono emulsioni acqua/olio, olio/acqua, acqua/silicone, silicone/acqua. L’obiettivo dell’emulsionante è proprio quello di porsi all’interfaccia tra queste fasi, essendo composto da una porzione idrofila e di una porzione lipofila.

C’è da ricordare che la tendenza delle fasi, anche quando bene emulsionate, sarà sempre quella di tornare a separarsi. Per questo motivo esistono diversi modi per stabilizzare una emulsione.
Spesso vengono utilizzati ingredienti come i modificatori reologici, che aumentano la densità della fase acquosa per renderla più simile (quindi più facilmente emulsionabile) a quella oleosa.
Viceversa, esistono i fattori di consistenza che, quando opportunamente aggiunti alla fase oleosa, aumentano la densità dell’olio per facilitare l’emulsione.

FORME COSMETICHE

Se questo articolo vi è piaciuto, leggete anche il nostro articolo sulla stabilità e sicurezza delle formule cosmetiche, oppure date uno sguardo all’intervista che abbiamo registrato insieme ad Ilaria, cosmetologa di Gala da più di dieci anni!

2020-07-17T12:00:41+01:00

Scrivi un commento

Hai una domanda per noi?

x